Scienze dell'Educazione, Scienze Pedagogiche, Educatore Professionale socio-pedagogico, Laurea Magistrale, Psicologia dello Sviluppo, Pastorale Giovanile, Scienze Religiose ISSR, Insegnare Religione,

Sai quali sono le pagine più ricercate nel nostro sito?

ENGITA
Home > Archivio Notizie > Pianeta sano, Persone sane

Pianeta sano, Persone sanetorna su

La Facoltà aderisce alla petizione, che chiede ai leader del mondo di agire perché non c’è più tempo: la terra e la famiglia umana soffrono.

 

È un impegno a favore della salvaguardia del creato. Sostenendo e diffondendo la Petizione «Pianeta Sano, Persone Sane», la Facoltà si unisce al Movimento Laudato Sì per sollecitare i leader di tutto il mondo a:


  • affrontare insieme l’emergenza climatica e la crisi della biodiversità
  • limitare il riscaldamento a 1,5 gradi Celsius e annullare la perdita di biodiversità
  • garantire un’azione mondiale equa, compreso il sostegno alle persone più colpite
  • proteggere e rispettare i diritti umani, compresi i diritti delle popolazioni indigene e delle comunità locali nell’azione per il clima e la biodiversità

 

Per firmare, la petizione c’è tempo fino al 4 ottobre, festa di San Francesco d’Assisi, giorno in cui si conclude il “Tempo del Creato”, un periodo di risanamento e speranza, iniziato il 1° settembre scorso, a cui partecipano annualmente i cristiani di tutte le confessioni, per scoprire nuovi modi radicali per vivere in armonia con la terra, nostra casa comune.

È una iniziativa importante, che si colloca all’approssimarsi di due importanti vertici mondiali sull’ambiente.

 

Il primo, la Conferenza delle Nazioni Unite sulla Biodiversità, che si terrà a Kunming (Repubblica Popolare Cinese), dall’11 al 24 ottobre 2021, da cui ci si attende una programmazione universale di azioni idonee a costruire un futuro condiviso per tutta la vita sulla Terra. In questa occasione, i leader mondiali saranno chiamati a fissare obiettivi condivisi per il futuro dell’ambiente e di tutti gli esseri viventi che lo abitano.

 

Il secondo evento, è la Conferenza delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (COP26), che si terrà a Glasgow (Scozia) dal 1° al 12 novembre 2021 sotto la presidenza del Regno Unito. La Conferenza includerà la 26a Conferenza delle parti della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC), la 16a Riunione delle parti del protocollo di Kyoto (CMP16) e la terza Riunione delle parti dell’accordo di Parigi (CMA3). Questo appuntamento sarà cruciale, in quanto i Paesi e le parti coinvolte dovranno presentare piani più ambiziosi per tagliare le emissioni e dare così piena attuazione all’Accordo di Parigi del 2015.

 

È ormai tempo di agire e non c’è più tempo. La terra e la famiglia umana stanno soffrendo. L’emergenza climatica sta causando l’innalzamento dei mari, un pianeta più caldo e condizioni meteorologiche sempre più estreme. Sta sconvolgendo la vita dei nostri fratelli e delle nostre sorelle più poveri.

Allo stesso tempo, i biologi stimano che stiamo portando le specie all’estinzione a un ritmo che va da 100 a 1.000 volte il loro tasso abituale. “Non ne abbiamo il diritto” (Laudato Si 33).

Per questo papa Francesco esorta i cattolici del mondo e tutte le persone di buona volontà ad agire con urgenza contro l’ingiustizia dell’emergenza climatica e della crisi ecologica, per proteggere i poveri e le generazioni future. La sua lettera enciclica Laudato Si è un appello pressante a prenderci cura della nostra casa comune, la Terra, e si basa su una lunga storia di insegnamento cattolico.

 

Invitiamo dunque a firmare la petizione «Pianeta Sano, Persone Sane», entro il 4 ottobre 2021: ascoltare il grido della terra è ascoltare il grido dei poveri.


Per maggiori informazioni

Petizione «Pianeta sano, Persone sane»
Season of Creation
Movimento Laudato Si’

L'educazione dell'uomo è un risveglio umano

Jacques Maritain