Scienze dell'Educazione, Scienze Pedagogiche, Educatore Professionale socio-pedagogico, Laurea Magistrale, Psicologia dello Sviluppo, Pastorale Giovanile, Scienze Religiose ISSR, Insegnare Religione,

Sai quali sono le pagine più ricercate nel nostro sito?

ENGITA
Home > Facoltà > Organizzazione

Organizzazione

Presentazionetorna su

Nel contesto del processo di Valutazione della Qualità e del cammino di riforme a livello istituzionale, come la revisione degli Statuti e dei Regolamenti e l’elaborazione del Codice etico della Facoltà, è stato necessario ripensare un modello organizzativo coerente, non solo ai principi statutari e alla normativa vigente, ma soprattutto agli obiettivi strategici della Facoltà, che meglio definiscono la vision e la mission dell’istituzione e le proiezioni prospettiche del Piano Strategico Istituzionale 2015-2020.
In una visione integrata per la gestione delle risorse umane e dinanzi alla crescente complessità delle istituzioni universitarie divenute sempre più esigenti e competitive, è indispensabile riaffermare i principi e i valori fondamentali alla base della propria identità, ripensando le regole organizzative, perché siano più funzionali al fine di garantire efficacia e qualità, ma anche trasparenza e visibilità dell’intera istituzione.
In questa sezione del sito sono indicati gli organi di governo della Facoltà, sia come autorità personali che collegiali, e gli organismi gestionali che coadiuvano le autorità accademiche nella realizzazione delle finalità istituzionali.

Organi di governotorna su

Autorità personali

  • Gran Cancelliere
    Ángel FERNÁNDEZ ARTIME
    Rettor Maggiore della Società Salesiana di S. Giovanni Bosco
  • Vice Gran Cancelliere
    Yvonne REUNGOAT
    Superiora Generale dell'Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice
  • Preside
    Piera Silvia RUFFINATTO
  • Vice Preside
    Grazia LOPARCO

Autorità collegiali

  • Consiglio Accademico
    Preside:
    Piera Silvia RUFFINATTO

    Vice Preside:
    Grazia LOPARCO

    Direttrice Istituto di Metodologia pedagogica:
    Martha SÉÏDE

    Direttrice Istituto di Metodologia catechetica:
    Antonella MENEGHETTI

    Direttrice Istituto di Ricerca psicologica in campo educativo:
    Giuseppina DEL CORE

    Docenti Ordinari:
    Maria SPÓLNIK
    Alessandra SMERILLI

    Delegata Docenti Straordinari:
    Maria Antonia CHINELLO

    Delegata Docenti Aggiunti:
    Eliane ANSCHAU PETRI

    Delegata Direttrici dei collegi universitari:


    Delegata/o degli Studenti:


  • Collegio Docenti

  • Collegio Studenti

Organi gestionalitorna su

  • Consiglio di Amministrazione
    RUFFINATTO Piera Silvia, Preside
    NASILLO Anna, Economa
    LOPARCO Grazia
    SMERILLI Alessandra

  • Consiglio di Biblioteca
    RUFFINATTO Piera Silvia, Preside
    VALENTINO Maria Antonietta, Bibliotecaria
    FIGUEROA EGUIGUREMS Karla Marlene
    ILUNGA Nkulu Albertine
    SIBOLDI Rosangela

  • Comitato di Direzione della Rivista
    RUFFINATTO Piera Silvia, Preside
    CHINELLO Maria Antonia, Direttore responsabile
    FARINA Marcella, Coordinatore scientifico
    MASSIMI Elena
    SIBOLDI Rosangela
    SPÓLNIK Maria
    LANFRANCHI Rachele, Segretaria

  • Commissioni dei Corsi di Laurea/Laurea Magistrale

  • Commissione Dottorato di Ricerca
    FARINA Marcella
    SPÓLNIK Maria
    STEVANI Milena

  • Commissioni dei Corsi di Diploma

  • Commissione di Valutazione della Qualità
    Dott.ssa CERUTI Maria Giovanna, Segretaria generale
    MENEGHETTI Antonella
    OTTONE Enrica
    SMERILLI Alessandra, Coordinatrice
    Delegato degli Studenti

  • Commissione di Comunicazione Istituzionale
    CACCIATO INSILLA Cettina
    CHINELLO Maria Antonia, Coordinatrice
    ILUNGA Nkulu Albertine
    LOPARCO Grazia
    MASSIMI Elena, Responsabile «Bollettino dall'Auxilium»
    OTTONE Enrica
    PERON Anna

Officialitorna su

Segretaria
CERUTI Maria Giovanna

Bibliotecaria
VALENTINO Maria Antonietta

Economa
NASILLO Anna

Politiche di Quality Assurancetorna su

La Pontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione "Auxilium" ha assunto tutti gli obiettivi, gli intenti e le esigenze richieste dal Processo di Bologna sottoscritto dalla Santa Sede nel 2003.
In ottemperanza alla richiesta della Congregazione per l'Educazione Cattolica (CEC) in vista dell'adeguamento al Processo di Bologna, nel 2005 ha rivisto i propri curriculi di studio che sono stati approvati con Decreto n. 827/79 (25 agosto 2005).
In seguito la CEC ha chiesto a tutte le Università ecclesiastiche di creare al loro interno una Commissione per la Promozione della Qualità (CPQ).
La Facoltà "Auxilium", pienamente convinta che la cultura della qualità rappresenti uno strumento fondamentale per incrementare l'efficacia nel perseguire obiettivi di eccellenza sia nell'insegnamento che nella ricerca scientifica, ma soprattutto nella formazione di educatori e professionisti dell'educazione, ha creduto fin dagli inizi nella necessità di promuovere ogni iniziativa che rendesse l'istituzione più autonoma e responsabile delle sue scelte formative.
Le scelte, infatti, sono valutate dai risultati, sia in termini di apprendimento che di diffusione della cultura ad ampio raggio nel contesto della sua nativa internazionalità.
La cultura della valutazione, in primo luogo dell'autovalutazione, è considerata come un valore non solo a livello dei singoli ma anche delle istituzioni, dal momento che ciò che rende l'istituzione più adeguata alla sua identità e missione è il processo continuamente messo in atto del rispondere di ciò che si fa e di come lo si fa, in coerenza con i propri obiettivi istituzionali e strategici.

Consapevole dell'importanza "di fare della cultura di qualità uno stile dell'ordinaria vita accademica" (CEC 2011, 5), la Facoltà, quindi, è impegnata da tempo a sviluppare un Sistema di Quality Assurance al fine di garantire a tutte le parti interessate l'efficienza, l'efficacia e la trasparenza dei servizi forniti, il monitoraggio e la valutazione delle azioni previste dal Piano Strategico Istituzionale.

Nell'anno accademico 2005-2006, aderendo al Progetto Pilota promosso dall'Agenzia per la Valutazione e la Promozione della Qualità delle Facoltà Ecclesiastiche (AVEPRO), ha avviato il processo di Valutazione Interna conclusosi nel 2008 con la visita in loco degli esperti esterni (Peer review).
La condivisione dei risultati nell'ottica di allargare il coinvolgimento di tutte le parti interessate ha portato all'elaborazione del Piano di Miglioramento (Improvement Plan) che è confluito poi nel Piano Strategico Istituzionale 2009.

L'esercizio della valutazione, lungi dall'essere un adempimento formale, è stato una significativa opportunità per rafforzare la propria identità e missione, per migliorare l'Offerta Formativa, l'insegnamento e la didattica e i servizi di supporto necessari per la realizzazione delle sue finalità istituzionali.
Già dagli anni Novanta, in linea con lo spirito di rinnovamento da sempre presente, la Facoltà aveva avviato una puntuale attività di ascolto delle istanze di tutte le categorie di soggetti che ne fanno parte.
Il processo avviato ha portato significativi risultati come testimonia la riformulazione dei curricula, effettuata per tre volte negli ultimi anni e conclusasi con la revisione e l'approvazione, nell'agosto del 2013, dei nuovi Statuti della Facoltà.

L'Istituzione così è cresciuta nella capacità di progettazione e di miglioramento continuo, anche attraverso l'implementazione di Progetti finalizzati a reperire fondi, che hanno permesso, con modesti investimenti finanziari, di potenziare la comunicazione istituzionale e la visibilità della Facoltà, oltre a consentire l'opportunità di percorsi formativi per il miglioramento della didattica universitaria.
Gli obiettivi perseguiti nella politica per la Qualità si possono così sintetizzare:

  • la progettazione dei Corsi di Studio in linea con le indicazioni del Processo di Bologna;
  • la gestione del processo formativo in tutte le sue fasi: programmazione, azione, valutazione, azione, riprogettazione;
  • la qualità degli ambienti e dei servizi di supporto.

Nel 2013 la Facoltà, a distanza di cinque anni circa, ha intrapreso con il coordinamento della Commissione per la Valutazione della Qualità un nuovo processo di Valutazione conclusosi nel novembre 2015.
Il Rapporto della Commissione di Valutazione Esterna redatto nel mese di gennaio 2016 è disponibile sul sito dell'AVEPRO.

La 'politica' di Assicurazione della Qualità si ispira agli standard e alle Linee guida proposte da AVEPRO e articolate a livello nazionale e internazionale. La duplice esperienza di Valutazione della Qualità realizzata nell'arco di questi anni ha permesso alla Facoltà di migliorare la didattica e la ricerca, ma anche la sua struttura organizzativa e gestionale a partire dalla progettazione strategica - anche finanziaria - mediante azioni concrete e verificabili ormai orientate verso il 2020, cioè a raggio quinquennale.

Tali linee contenute nel Piano Strategico Istituzionale 2015-2020 prevedono l'adozione di misure di progettazione, monitoraggio e valutazione dell'Offerta Formativa, delle attività di ricerca, atte a garantire il rispetto di standard di qualità nei contenuti e negli obiettivi, dei servizi di supporto per l'apprendimento, sia a livello di infrastrutture che di strategie didattiche per garantire la qualità di una formazione integrale degli studenti.
Gli obiettivi specifici proposti nel Piano Strategico Istituzionale 2015-2020 da realizzare nell'arco di un quinquennio sono i seguenti:
  • confrontarsi con altre Università, a livello nazionale e internazionale, che si distinguono per la Quality Assurance al fine di migliorare le procedure di Valutazione della Qualità, ma soprattutto per crescere nella cultura della qualità;
  • rivedere gli strumenti di valutazione (questionari, interviste, focus group) già sperimentati, allo scopo di migliorarli e integrarli con aspetti e istanze emerse nel Piano Strategico Istituzionale 2015-2020.

Il Nucleo di Valutazione che ha realizzato il coordinamento del processo di Valutazione della Qualità è stato nominato dal Consiglio Accademico, seguendo le indicazioni delle Linee Guida proposte da AVEPRO e tenendo conto anche dell'esperienza fatta nella precedente Valutazione di Qualità.
La Commissione per la Valutazione della Qualità (CVQ) era così composta, a seconda dei compiti assegnati ai singoli membri in ragione delle loro peculiari competenze:
  • Prof.ssa Alessandra Smerilli, docente di Statistica per l'elaborazione e l'analisi dei dati;
  • Prof.ssa Enrica Ottone, docente di Pedagogia Sperimentale per l'implementazione della piattaforma per la rilevazione online;
  • Prof.ssa Maria Teresa Spiga, docente di Sociologia dell'Educazione per la costruzione degli strumenti di rilevazione;
  • Prof.ssa Rachele Lanfranchi, docente di Storia della Pedagogia, in qualità di verbalista e per la stesura del RAV;
  • Dott.ssa Nives Moretto, come collaboratrice della segreteria per la raccolta dei dati;
  • Angelo Pasquini, delegato degli studenti presso il Consiglio Accademico, 2° anno del Corso di Laurea Magistrale in Psicologia dell'Educazione;
  • Benedetta Frigerio, segretario del Collegio Studenti, 1° anno del Corso di Laurea Magistrale in Psicologia dell'Educazione.

La Preside, Prof.ssa Pina Del Core, ha presieduto, convocato e coordinato gli incontri del Nucleo di Valutazione e i raduni delle diverse componenti della Comunità accademica che sono state coinvolte nell'intero processo.
Tra le altre persone direttamente coinvolte nell'elaborazione dei dati relativi ai docenti e ai flussi degli studenti nell'arco dei cinque anni sono da menzionare la Segretaria generale, dott.ssa Maria Giovanna Ceruti e la sua collaboratrice dott.ssa Martha Socorro Ortiz.

Attualmente i membri della Commissione per la Qualità sono:
  • Prof.ssa Alessandra Smerilli, Coordinatrice;
  • Prof.ssa Antonella Meneghetti, docente stabile;
  • Prof.ssa Ottone Enrica, docente stabile;
  • Dott.ssa M. Giovanna Ceruti, Segretaria generale;
  • Delegato degli Studenti.

L'educazione dell'uomo è un risveglio umano

Jacques Maritain