Scienze dell'Educazione, Scienze Pedagogiche, Educatore Professionale socio-pedagogico, Laurea Magistrale, Psicologia dello Sviluppo, Pastorale Giovanile, Scienze Religiose ISSR, Insegnare Religione,

Sai quali sono le pagine più ricercate nel nostro sito?

ENGITA
Home > Elenco attività formative > Teorie e tecniche della dinamica di gruppo

Teorie e tecniche della dinamica di gruppo

Programmatorna su

Codice: 00115

Docente: Raffaele Mastromarino    

Anno: 2018-2019

Semestre: 2

Orario: Mercoledì 1°, 2°, 3°

Sede: via Cremolino, 141


Finalità:

Il Corso vuole fornire le conoscenze di base per gestire i gruppi e le dinamiche che avvengono al loro interno. Lo scopo è di dare delle competenze a chi lavorerà in campo psico-socio-educativo per prevenire il disagio psicologico e promuovere il benessere e la salute degli individui.
In particolare esso mira a fornire delle abilità per gestire i gruppi che promuovano un clima relazionale che facilita lo sviluppo del Sé.
Il Corso è inserito nel percorso proposto per la formazione in Psicologia dello Sviluppo e dell'Educazione in quanto tutte le persone che lavorano in campo psico-socio-educativo si trovano a gestire gruppi e quindi è importante che abbiano le basi per poterlo fare in modo efficace.

Obiettivi:

Al termine del corso lo studente sarà in grado di:

  • Apprendere le competenze per gestire i gruppi in ambito psico-socio-educativo;
  • Conoscere la teoria sui gruppi in modo particolare: lo studio dei gruppi e della dinamica dei gruppi; i vari approcci teorici che studiano i gruppi, la formazione e lo sviluppo dei gruppi;  i fattori terapeutici del gruppo; il sociodramma di Moreno;
  • Conoscere le abilità che  permettono di strutturare un  gruppo di formazione  che promuove lo  sviluppo del Sé e quindi fornire ai partecipanti un'esperienza di crescita professionale e personale;
  • Conoscere gli interventi per creare e mantenere un clima facilitante l'apprendimento e la crescita personale;
  • Acquisire le competenze  per condurre una dinamica di gruppo iniziale e per osservare  e analizzare le dinamiche che avvengono in un gruppo;
  • Conoscere e saper mettere in atto gli interventi per un buon funzionamento del gruppo  facendo riferimento ad una specifica procedura  quando si incontrano difficoltà nella gestione di un gruppo;
  • Conoscere le competenze comunicative utili per gestire un gruppo: le competenze dell'emittente e dell'ascoltatore;
  • Conoscere le emozioni di base e come si possono usare nella  gestione delle emozioni;
  • Conoscere le abilità del leader efficace per ben interagire in un gruppo: gli stili di leadership; la procedura e le tecniche per la risoluzione dei problemi, per prendere le decisioni e per gestire i conflitti;  
  • Programmare e organizzare un incontro di gruppo tenendo conto delle competenze per trasmettere in modo efficace i contenuti: i principi del metodo didattico e gli stili di apprendimento;
  • Conoscere e usare le competenze legate al benessere psicologico del formatore imparando a saper dare e ricevere riconoscimenti; prendersi cura di sé per prevenire e gestire lo stress; avere un quadro di valori su cui fondare gli interventi;
  • Descrivere una esemplificazione di un progetto di intervento con un gruppo di adolescenti;
  • Conoscere il modello proposto da Quaglino, Casagrande, Castellano nel loro testo Gruppi di lavoro e lavoro di gruppo.

Modalità di svolgimento:

Impegni previsti per gli studenti
Seguire le lezioni e partecipare alle esercitazioni proposte all'interno del corso (lavori in piccoli gruppi, simulate, osservazione di un gruppo attraverso griglie di osservazione, scambio di feed back).

Modalità di verifica:

Questionario di valutazione del Corso accademico.
Esame scritto.

Bibliografia:

Testo di riferimento per l'esame: MASTROMARINO R., La gestione dei gruppi: Le competenze per gestire e facilitare i processi di gruppo,   Milano, FrancoAngeli 2013.

L'educazione dell'uomo è un risveglio umano

Jacques Maritain