Scienze dell'Educazione, Scienze Pedagogiche, Educatore Professionale socio-pedagogico, Laurea Magistrale, Psicologia dello Sviluppo, Pastorale Giovanile, Scienze Religiose ISSR, Insegnare Religione,

Sai quali sono le pagine più ricercate nel nostro sito?

ENGITA
Home > Elenco attività formative > Introduzione alle grandi religioni

Introduzione alle grandi religioni

Programmatorna su

Codice: 00036

Docente: Ok Ja Giuliana Lee    

Anno: 2018-2019

Semestre: 2

Orario: Mercoledì 3°, 4°, 5°

Sede: via Cremolino, 141


Finalità:

L’insegnamento ha lo scopo di offrire allo studente una conoscenza approfondita delle grandi religioni del mondo, con particolare attenzione alle tre grandi religioni, cioè l’Induismo, il Buddismo e l’Islam.

Obiettivi:

L'insegnamento si propone di fornire allo studente un quadro storico e dottrinale di ciascuna di esse, mettendola a confronto con il Cristianesimo. Intende anche sensibilizzare lo studente al dialogo interreligioso, oltre che abilitarlo all’insegnamento della religione nelle scuole.

Argomenti:

  • La dimensione religiosa come costitutivo dell’essere umano (homo religiosus).
  • Il pluralismo religioso e la classificazione delle diverse famiglie di religioni.
  • Presentazione delle maggiori religioni mondiali, in particolare il Buddhismo, l’Induismo e l’Islam (breve storia di queste religioni, il profilo umano e spirituale dei loro fondatori, la composizione e il contenuto delle loro Scritture, i principi fondamentali e le pratiche religiose seguite dai loro aderenti, la modalità con cui si presentano).
  • Il dialogo interreligioso nell’insegnamento della Chiesa postconciliare.
  • Le sfide pastorali per la Chiesa, provenienti dal populismo religioso, dalle sette e dai nuovi movimenti religiosi.

Modalità di svolgimento:

Lezioni frontali, con l’ausilio di presentazioni visive e multimediali.  Nella parte conclusiva del corso, gli studenti avranno modo di presentare alla classe l’approfondimento di un tema di attualità relativo al dialogo interreligioso in atto nel contesto culturale di provenienza.

Modalità di verifica:

Un lavoro scritto sulle riflessioni personali maturate lungo il Corso e l’esame finale orale sui contenuti delle lezioni.

Bibliografia:

Dispense del Professore con annessa bibliografia.

Alcuni documenti del Magistero ecclesiale riguardante il dialogo interreligioso:
Concilio Vaticano II, Dichiarazione sulle relazioni della Chiesa con le religioni non-cristiane: Nostra Aetate (18 novembre 1965); Paolo VI, Lettera enciclica: Ecclesiam Suam (6 agosto 1964); Segretario per i non cristiani (attualmente Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso), Dialogo e Missione (Pentecoste 1984); Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso, Dialogo e annuncio (19 maggio 1991); Id, Camminare insieme. La Chiesa cattolica in dialogo con le altre religioni religiose del mondo, Città del Vaticano, Libreria Editrice Vaticana 1999; Benedetto XVI, Verbum Domini (30 settembre 2010).

Per l’approfondimento personale:
Kuruvachira Jose, Dialogo interreligioso. Il punto di vista cattolico (= Nuova Biblioteca di Scienze Religiose, 46), Roma, LAS 2015; Id, Interreligious dialogue and Popes Paul VI, John Paul II and Benedect XVI. Theological Foundations and Pastoral Guidelines, Rome, CreateSpace 2018; Naaman Boutros- Scognamiglio Edoardo, Cristiani e musulmani in dialogo. Storia - Teologia - Spiritualità, Torino, Elledici 2015; Piano Stefano (a cura di), Le grandi religioni dell’Asia. Orizzonti per il dialogo (= Ecumenismo e Dialogo, 6), Milano, Editoriale Paoline 2010.

L'educazione dell'uomo è un risveglio umano

Jacques Maritain