Scienze dell'Educazione, Scienze Pedagogiche, Educatore Professionale socio-pedagogico, Laurea Magistrale, Psicologia dello Sviluppo, Pastorale Giovanile, Scienze Religiose ISSR, Insegnare Religione,

Sai quali sono le pagine più ricercate nel nostro sito?

ENGITA
Home > Elenco attività formative > Tirocinio II anno Psicologia dell'educazione (magistrale)

Tirocinio II anno Psicologia dell'educazione (magistrale)

Programmatorna su

Codice: 00167

Docente: Elisabetta Straffi    

Anno: 2018-2019

Semestre:

Orario:

Sede: via Cremolino, 141


Finalità:

Il tirocinio intende far conoscere in modo diretto le attività che lo psicologo dell'educazione svolge in funzione dell'orientamento educativo nella scuola primaria o nella scuola secondaria di primo e secondo grado.

Obiettivi:

Al termine del tirocinio lo studente raggiunge le seguenti competenze:

  • è in grado di integrare le conoscenze acquisite nel curricolo con le attività professionali che lo psicologo svolge nelle istituzioni educativo-scolastiche
  • sa progettare e realizzare interventi psicologici di diagnosi e promozione delle risorse personali dei ragazzi per uno sviluppo adeguato nel contesto della famiglia e della scuola
  • utilizza validamente i principi della deontologia e le abilità comunicative richieste dall'attività di psicologo e dalla collaborazione con altre figure professionali.

Modalità di svolgimento:

Il tirocinio si articola in due momenti. Nel primo momento il tirocinio si svolge presso una scuola secondaria di primo e secondo grado di Roma, sotto la guida di un tutor (psicologo iscritto all'Albo Professionale) e la supervisione del Docente incaricato.
Comprende le seguenti attività:

  • programmazione dell'intervento in base alla specifica finalità da raggiungere;
  • partecipazione alla sensibilizzazione rivolta a docenti, genitori e ragazzi;
  • osservazione della somministrazione delle prove psicodiagnostiche;
  • iniziazione alla valutazione e stesura di profili individuali e di gruppo;
  • osservazione del momento di restituzione dei risultati ai docenti
  • partecipazione nel gruppo classe a degli incontri di accompagnamento psicoeducativo sulla tematica dell’adolescenza.

Nel secondo momento il tirocinio si svolge nella sede della Facoltà «Auxilium» e prevede la psicodiagnosi di un caso sottola guida di un tutor (psicologo iscritto all'Albo Professionale) e la supervisione del Docente incaricato.
Comprende le seguenti attività:

  • primo contatto con la persona (genitori, se si tratta di un ragazzo) e presentazione e del lavoro (compilazione del foglio di consenso);
  • incontro con il supervisore per la pianificazione dell’intervento;
  • incontro con i genitori o con l'adolescente per realizzare un'anamnesi;
  • somministrazione delle batteria di test; 
  • analisi e interpretazione delle singole prove;
  • formulazione di un profilo complessivo in base ai risultati ottenuti;
  • restituzione dei risultati e breve relazione sullo svolgimento dell’incontro.

Modalità di verifica:

La verifica in itinere si svolge attraverso il confronto con lo psicologo tutor e incontri con il Docente supervisore, nei quali l'attività del tirocinante viene sistematicamente analizzata e orientata.
Al termine del tirocinio lo studente redige una relazione delle attività svolte.
La verifica finale consiste nella valutazione di tutto il percorso realizzato.

L'educazione dell'uomo è un risveglio umano

Jacques Maritain