Scienze dell'Educazione, Scienze Pedagogiche, Educatore Professionale socio-pedagogico, Laurea Magistrale, Psicologia dello Sviluppo, Pastorale Giovanile, Scienze Religiose ISSR, Insegnare Religione,

Sai quali sono le pagine più ricercate nel nostro sito?

ENGITA
Home > Elenco attività formative > Psicologia di comunità

Psicologia di comunità

Programmatorna su

Codice: 00073

Docente: Donatella Lecis    

Anno: 2012-2013

Semestre: 1

Orario: Lunedì 6°,7°,8° (ore 14.30)

Sede: via Cremolino, 141


Finalità:

L’insegnamento ha lo scopo di presentare la disciplina relativa alla Psicologia di Comunità per quanto attiene:
  • Origini e sviluppi.
  • Modelli teorici di riferimento.
  • La Psicologia di Comunità in Italia.
  • Strategie della Psicologia di Comunità.
  • Metodologie d’Intervento.
  • Metodologie di Ricerca.
  • Metodologie di Valutazione.
  • Interventi nella Comunità.

Obiettivi:

Al termine del corso lo studente è in grado di manifestare le seguenti competenze:
  • Conosce in modo sistematico gli obiettivi della Psicologia di Comunità, il quadro di riferimento concettuale, le metodologie d’intervento presentate.
  • Può utilizzare validamente le metodologie di ricerca proposte dalla Psicologia di Comunità nel settore Psicosociale.
  • Si è abilitato alla riflessione critica e all’analisi dei bisogni delle persone considerate facenti parte di un sistema da cui non si può prescindere.
  • Ha realizzato quali strategie di prevenzione primaria possano proporsi in alcuni contesti, quali x es. quelli educativi.
  • Prende in maggiore considerazione la comunicazione e le modalità di trasmissione dei messaggi comunicativi.

Argomenti:

  • Analisi dei problemi nella loro dimensione personale e soggettiva, come è tradizione della psicologia clinica, ma anche nella loro dimensione oggettiva e sociale, nella quale si collocano vincoli e risorse che permettono o ostacolano l’empowerment e la capacità di coping di persone, gruppi, organizzazioni e comunità locali.
  • Strategie d’intervento per promuovere la qualità della vita, la promozione del benessere e lo sviluppo delle competenze a livello di singoli, piccoli gruppi, organizzazioni, reti e comunità locali.
  • La prevenzione del disagio ed il sostegno delle azioni che favoriscono l’integrazione dinamica fra individuo e ambiente.
  • Analisi dei pregi e dei limiti di alcune metodologie d’intervento: la consulenza, l’analisi organizzativa multidimensionale, la promozione del funzionamento dei piccoli gruppi in diversi contesti e la formazione al lavoro di gruppo.
  • I profili di comunità, il lavoro di rete, l’educazione socio affettiva, intervento sulla crisi e gestione dello stress, il metodo integrato.
  • Consapevolezza dei diritti e doveri dell’individuo attraverso strategie che mirano alla trasmissione ed allo sviluppo di competenze relazionali e comunicative necessarie all’interazione tra individui, gruppi, sistemi, rete di sistemi, attraverso la socializzazione di conoscenze e abilità, attraverso la promozione delle diversità culturali.
  • Sviluppo del senso di comunità cioè di quel vissuto condiviso di appartenenza anche fra gruppi e culture diverse e del sostegno sociale cioè del supporto emotivo, informativo, interpersonale, materiale, che è possibile dare e ricevere reciprocamente.
  • Nel corso verranno descritti i campi di applicazione della psicologia di comunità in ambito sociosanitario e scolastico, nella pubblica amministrazione, nel volontariato, nel privato-sociale e nei contesti formativi tradizionali e on line.

Modalità di svolgimento:

Lezioni in aula attraverso presentazione di slide;
Presentazione di Progetti ispirati alla Psicologia di Comunità;
Esercitazioni e Simulate.

Modalità di verifica:

Esercizi tesi alla verifica dell’apprendimento;
Gruppi di lavoro per la stesura di progetti sul sociale con particolare riferimento ai progetti che tengono in considerazione l’integrazione a rete dei servizi.

Bibliografia:

Obbligatoria: FRANCESCATO D.-TOMAI M.-GHIRELLI G., Fondamenti di psicologia di comunità, Roma, Carocci 2002.
Consigliata: TONUCCI F., La città dei bambini, Bari, Laterza 2000; FRANCESCATO D.-PUTTON A.-CUDINI S., Star bene insieme a scuola, Roma, Nuova Italia Scientifica 1990.
Durante il corso verranno consegnate le dispense del docente e potranno essere indicati articoli di riviste o altro materiale che verrà distribuito in aula.

L'educazione dell'uomo è un risveglio umano

Jacques Maritain