logo_facoltà_Auxilium

Pontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione Auxilium


copertina Auxilium

Esami di grado - Licenza/Laurea Magistrale

Per il conseguimento della Licenza/Laurea Magistrale si richiede che lo Studente abbia

  • frequentato e superato con esito positivo tutte le prestazioni proprie del secondo ciclo;
  • dato prova della conoscenza strumentale di una lingua straniera;
  • superato l‘esame di Licenza/Laurea Magistrale secondo le modalità indicate dagli Statuti art. 46 e dai Regolamenti art. 93.

L‘esame di Licenza/Laurea Magistrale consiste:

  • nell‘elaborazione di una dissertazione scritta o tesi;
  • nella discussione orale, ordinata non solo alla difesa della tesi ma inclusiva di un esame comprensivo, volto a verificare il livello di maturità scientifica raggiunto dallo Studente nell‘ambito delle scienze dell‘educazione (cf Regolamenti art. 89).

La dissertazione o tesi può essere

  • un saggio teorico su di una tematica specifica e ben delimitata nell‘ambito del proprio curricolo di studio;
  • una ricerca empirica di carattere esplorativo non necessariamente volta ad offrire un contributo scientifico nuovo.

Attraverso la dissertazione o tesi lo Studente deve dar prova delle conoscenze e competenze acquisite nel complessivo percorso di studi, in particolare deve dimostrare di possedere

  • una discreta conoscenza della letteratura scientifica riguardante un argomento rilevante e attinente al proprio Corso di Licenza/Laurea Magistrale;
  • capacità di elaborare in modo critico, autonomo e originale l‘argomento di ricerca scelto con l‘utilizzo corretto delle fonti, dei dati e delle metodologie;
  • capacità di giudizio autonomo e di sintesi organica;
  • capacità di comunicare i contenuti affrontati nella ricerca e nel curricolo di studio in modo chiaro, logico, argomentato e con linguaggio appropriato.

L‘ampiezza dell‘elaborato finale va da un minimo di 70 cartelle ad un massimo di 120 cartelle, compilate secondo le norme redazionali in uso nella Facoltà (interlinea 1.5, carattere Arial 11 e note Arial 9, oppure Times New Roman 12 e note 10; margine sinistro 3 cm e destro 2, superiore 2,5 cm e inferiore 2).

Lo Studente sceglie l‘argomento della tesi preferibilmente nell‘ambito degli insegnamenti del Corso di Laurea Magistrale, accordandosi con un Docente della Facoltà che ne seguirà lo svolgimento.
Il titolo della tesi dovrà essere depositato in Segreteria servendosi dell‘apposito modulo controfirmato dal Relatore almeno 8 mesi prima della discussione, per l‘approvazione del Consiglio Accademico.


Condizioni per la consegna del titolo

Per poter consegnare il titolo lo Studente deve essere iscritto al 2° anno del Corso di Licenza/Laurea Magistrale.
Lo Studente è tenuto a presentare, due mesi prima della discussione, servendosi di un apposito modulo, una dichiarazione con la quale il Docente, sotto la cui guida svolge la dissertazione scritta, attesti che l‘elaborazione della tesi è sufficientemente avanzata per poter essere ultimata entro i termini prescritti.
Il titolo della tesi, da questo momento, non può essere modificato.

Lo Studente ha diritto di lavorare sull‘argomento prescelto per sei semestri, a partire dalla data di approvazione del Consiglio Accademico; scaduto il termine l‘argomento deve ritenersi annullato.
La tesi sarà redatta in lingua italiana, salvo casi eccezionali da considerarsi di volta in volta dal Consiglio Accademico. In tali casi, la presentazione scritta del lavoro e la discussione sarà comunque fatta nella lingua italiana.


Consegna dell‘elaborato

Lo Studente deve consegnare in Segreteria, entro le date stabilite e previste dal Calendario, quattro copie della tesi, un CD autocertificato con la versione definitiva della medesima, la dichiarazione di originalità del testo (cf Norme sul plagio) e quattro copie della presentazione sintetica del lavoro (al massimo 2 cartelle dattiloscritte). Due copie della tesi saranno restituite allo Studente a discussione avvenuta.


Discussione della tesi

La Commissione è composta dal Docente-relatore e da altri due Docenti designati dalla Preside della Facoltà come Correlatori, i quali al momento della discussione presenteranno il loro giudizio e il voto su apposito modulo. La Commissione è presieduta dalla Preside, in casi di necessità potrà essere sostituita dalla Vice Preside.

La discussione della tesi è pubblica e si svolge in data fissata da Calendario. Può durare circa un‘ora così distribuita: 5‘ allo Studente, 15‘ al Relatore e ai due Correlatori, 5‘ al Presidente di Commissione.


Valutazione

La valutazione della dissertazione scritta e della discussione è espressa in trentesimi e corrisponde alla media dei voti attribuiti dai membri della Commissione.
La valutazione finale della Licenza/Laurea Magistrale è espressa in centodecimi. In essa sono ponderati diversamente la media delle valutazioni ottenute alle prestazioni richieste nel triennio (esami, laboratori, seminari, tirocini), il voto dell‘elaborato scritto e quello della discussione:

  • la media dei voti del biennio è ponderato con coefficiente 70;
  • il voto della tesi con coefficiente 30;
  • il voto della discussione con coefficiente 10.

A studenti particolarmente meritevoli (se hanno ricevuto almeno due lodi, se l‘argomento è particolarmente originale, se il voto finale supera il valore di 110/110) si può concedere la lode su giudizio unanime della Commissione.

Tabella Corrispondenza fra voti e qualifica



Torna alla pagina Norme per gli esami