logo_facoltà_Auxilium

Pontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione Auxilium


copertina Auxilium

Norme sul plagio

Il plagio, definito come una «appropriazione, totale o parziale, di lavoro altrui, letterario, artistico e simile, che si voglia spacciare per proprio» (Lo Zingarelli Vocabolario della lingua italiana, Zanichelli 2010), costituisce una mancanza contro la giustizia e la verità, una pratica disonesta che viola le norme etiche fondamentali della vita universitaria. In caso di scoperta di plagio compiuto dallo Studente, la Facoltà autorizza i Docenti ad applicare delle sanzioni.
A livello accademico, il plagio si riferisce ai lavori definitivi presentati in Segreteria, come Prova finale del I ciclo o come Tesi di Licenza o di Dottorato, ma anche agli elaborati scritti richiesti dai Docenti nell’ambito degli insegnamenti, dei seminari o laboratori.

Il plagio può assumere forme diverse, che possono essere più o meno gravi, a seconda che si tratti di un’appropriazione - totale o parziale - della produzione intellettuale altrui o che risulti dolosamente intenzionale. Esso si verifica quando:

  • si presenta come proprio un testo, un’opera o delle idee, anche a prescindere dalla lingua adottata, senza riferimento esplicito alle fonti;
  • si copia direttamente, parola per parola, qualche parte del lavoro di un’altra persona, senza l’uso di virgolette (citazioni dirette) e senza riferimento in nota della fonte.
        Tale lavoro può essere:
        a) pubblicato in un libro, in una rivista, oppure inedito;
        b) un documento estratto da fonti esterne o rintracciabile in rete;
        c) una relazione o un elaborato di un altro Studente, copiati con o             senza il suo permesso;

  • si parafrasa un testo altrui o il lavoro di un’altra persona o un’idea innovativa, senza alcuna indicazione della fonte.

Lo Studente che ricorre al plagio, soprattutto nell’elaborato scritto che si consegna al termine di un ciclo di studi, compie prima di tutto un danno verso se stesso non giungendo ad avere la preparazione adeguata agli obiettivi formativi previsti dal proprio curricolo di studi, ma anche nei confronti della società o della comunità di provenienza, che giustamente ha delle aspettative circa il contributo alla crescita culturale, economica e politica della realtà locale.

Gli studenti devono prendere coscienza, non solo della gravità del ‘furto’ della proprietà intellettuale altrui e della mancanza di rispetto ai Docenti e alla stessa Facoltà, ma soprattutto dell‘importanza di maturare una profonda onestà intellettuale, condizione essenziale per la ricerca della verità, e di percorrere in modo onesto tutte le fasi del processo formativo universitario (Laurea Triennale, Magistrale, Dottorato, Corsi di Diploma e di Perfezionamento), dagli esami fino alla tesi.

ISCRIZIONI 2014-20145

Consulta e scarica la brochure nella lingua che ti interessa:

miniatura

Offerta formativa 2014-2015

[more]


Area download

Consulta o scarica il materiale
sulle attività formative
dell'a.a. 2014-2015:

Guida accademica 2014-2015

Guida dello Studente

Orario attività formative II semestre 2014-2015

Tasse accademiche

[Altri materiali]

Materiale informativo

Scarica il materiale informativo sulla Facoltà:

Offerta formativa

Study Programmes

Offre de formation

Pubblicazione per il cinquantesimo della Facoltà

[more]

Contatti

Preside: 066157201

Segreteria: 0661564226

Biblioteca: 06615720236

Rivista: 066157201

Pastorale Universitaria